Ecco quel che abbiamo

Pubblicato il Pubblicato in Canti, Offertorio

 

                                         

RIT: [DO]Ecco quel che a[DO7+]bbiamo,                                   

nulla ci [FA]appartiene or[DO]mai!                           

Ecco i [LA-]frutti della [MI-]terra                               

che tu [FA]moltipliche[SOL]rai!              

[DO]Ecco queste [DO7+]mani: puoi u[FA]sarle,                                                              

se lo [DO]vuoi, per di[LA-]videre nel [MI-]mondo                                  

il pane [FA]che tu hai [SOL]dato a [DO]noi.

 

[LA-]Solo una goccia hai messo [MI-]fra le mani mie,

[MI-7]solo una goccia che Tu [LA]ora chiedi a [LA7]me;

Una [RE-7]goccia che, in mano a Te, una [MI-7]pioggia diventerà

e la [FA]terra feconde[DO]rà!

RIT:……………………………………………………………………….

 

[LA-]Le nostre gocce, pioggia [MI-]tra le mani tue,

[MI-7]saranno linfa di una [LA]nuova civil[LA7]tà;

e la [RE-7]terra preparerà la [MI-7]festa del pane che

ogni [FA]uomo condivide[DO]rà!

RIT:…………………………………………………………………………..

                             

[DO]Sulle strade il [DO7+]vento, da lon[FA]tano porte[DO]rà                                                          

il pro[LA-]fumo del fru[MI-]mento, che [FA]tutti avvolg[SOL]erà.                              

[DO]E sarà l’a[DO7+]more che il rac[FA]colto sparti[DO]rà                                             

e il mi[LA-]racolo del [MI-]pane in terra [FA]si r[SOL]ipete[DO]rà!

Lascia un commento